Dentista Zen
Dentista Zen
ovvero
come gestire uno studio dentistico ed essere felici
Descrizione

Dentista Zen: L’arte di gestire uno studio dentistico ed esser felici...

 

Si dice che: “Non tutto ciò che conta, può essere contato e non tutto ciò che contiamo, conta”

Questo libro infatti non tratta soltanto temi legati all’efficienza o al miglioramento della nostra produttività, ma pone attenzione anche alla Serenità del professionista e del suo team.  Uno dei concetti citati nel libro e  supportati da varie ricerche, afferma infatti che : “Non è il successo che porta alla felicità, ma è la felicità che porta al successo”.

La serenità diventa quindi un fine, ma anche un mezzo per migliorare il nostro lavoro.

Se infatti non possiamo essere sereni se non siamo efficienti, perchè se il personale non fa ciò che diciamo o se l’agenda è piena di “buchi” ci arrabbiamo...  è vero anche l’opposto: non possiamo essere efficienti se non siamo sereni, perché se siamo nervosi facciamo più errori e rimproveriamo di più il personale rendendolo insicuro.

La serenità viene quindi considerata non solo fine a se stessa ( e già sarebbe un ottimo risultato)  anche come strumento propedeutico per migliorare il nostro lavoro.

 

Capiremo che spesso lavorare tanto, significa solo lavorare tanto se non si comprendono non solo gli aspetti gestionali , ma anche quale sia il nostro vero scopo.

Con questo libro acquisiamo una nuova consapevolezza che riguarda non solo il come fare le cose, ma anche il perchè le facciamo, il cosiddetto  ikigai o scopo personale la cui comprensione ci porta a livelli molto più profondi di motivazione ed energia nel nostro servizio verso gli altri.

 

Non si parla solo di fatturare -fatturare -fatturare, come si sente in molti corsi gestiti aziendalmente,  ma viene data maggiore importanza all’aspetto serenità, come aspetto propedeutico anche all’ambito economico, che diventa quindi conseguenza di tutto questo.

Questo non vuol dire trascurare l'economia dello studio, ma comprendere che i risultati economici sono una conseguenza di un certo modo di vivere la professione e non la sua ragione d’essere.

 

Dentista Zen non è metodo, un protocollo, ma un approccio, un atteggiamento che, suggerisce piuttosto una direzione, uno stato d’animo, forse una filosofia che può aiutarci a guardare con occhi diversi la nostra professione.

E' un libro da leggere perchè come dice Carlo Guastamacchia: "Sono convinto che il dovere assoluto, per chi acquista questo libro, sia quello di leggerlo: ne trarrà vantaggi indubbi, con la (quasi) assoluta certezza di ben imparare a gestire il suo studio e, (perché no?) di essere felice.

A chi è rivolto questo libro...

  • Ai colleghi che amano la professione in quanto tale
  • A chi, dopo anni di attività, prova sempre piacere nel lavorare bene e nel rapportarsi con il paziente.
  • A chi ha già esperienza della professione e sa cosa vuol dire gestire persone, tempo e denaro.
  • A chi segue gli aspetti organizzativi, ma si sente sempre un professionista e non un imprenditore
  • A chi non considera la nostra professione un mero “modello di business”, ma crede che il nostro ruolo sia quello di curare persone e non quello di vendere prodotti a dei clienti.
  • A chi, gestendo lo studio, ha capito e apprezzato sempre di più, il lato umano della professione.
  • A chi desidera migliorare la redditività dello studio, ma vuole anche una maggiore serenità e sicurezza nel proprio lavoro
  • A chi vuole organizzare un'attività più autonoma, che lasci il giusto tempo per vivere…
  • A chi vuole una società sempre più vicina all’Uomo e ai valori che rappresenta.


We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.