Questo mese ho ricevuto una strana richiesta da un commercialista. Aveva sentito parlare della mia attività formativa e voleva gli fornissi delle informazioni per “imparare qualcosa nell’ambito odontoiatrico e quindi venderlo”.

Molti ormai conoscono il mio giudizio sugli “aziendalisti”... (persone che non conoscono la nostra professione, ma che pretendono di insegnarci a gestirla) giudizio che questo commercialista ha pienamente confermato.

Gli ho risposto che  il valore di tale consulenza era improponibile. Al che il commercialista si è arrabbiato dicendo che era laureato in economia e commercio e che aveva un’esperienza lunga 25 anni... (come mai  aveva chiesto il mio aiuto di dentista allora?)

Siamo ridotti a questo? I commercialisti hanno così poco lavoro che devono improvvisarsi consulenti? E’ stato penoso vedere come abbiano una così bassa considerazione di noi dentisti, al punto da offrirci una consulenza senza avere alcuna formazione a riguardo (se non quella di qualche informazione sbocconcellata qua e là).

Esiste ancora il Commercialista (quello con la C maiuscola), un professionista che valuta i nostri dati economici, li prende a cuore quanto noi ci prendiamo a cuore la salute dei nostri pazienti e ci consiglia le strategie economiche più vantaggiose? Qualcuno che non ci dica solo due volte all’anno “devi pagare”, ma che ci consigli per tempo, sugli investimenti, sulla strategia fiscale da adottare informandoci anche degli eventuali rischi immediati o tardivi (che in ogni caso spettano solo a noi).

Sono a contatto con molti colleghi e una delle cose che mi confidano più spesso è la delusione nei confronti del commercialista, che si limita al calcolo delle tasse, senza mai fornire alcun consiglio su eventuali strategie economiche-fiscali. Anche alle richieste più semplici (mi conviene fare una società?) rispondono con motivazioni molto vaghe, che lasciano il collega nell’incertezza. Certe volte, allora, si cercano le risposte altrove, rischiando in alcuni casi di prendere delle decisioni sbagliate. Ed in campo economico le decisioni sbagliate si pagano molto, ma molto care.

Esistono anche delle mosche bianche. Commercialisti che seguono il collega in ogni decisione, preparando anche dei prospetti economici periodici, con valutazioni personali sulle possibili scelte da affrontare. Alcuni di questi partecipavano insieme al collega ai corsi, per valutare come affrontare un piano economico annuale. Tuttavia sono situazioni molto particolari, che quasi non fanno statistica.

Le problematiche che ci riguardano dal punto di vista economico-fiscale sono molte:

  • - Srl quando e come: conviene fare una società come ci viene pubblicizzato oppure si rischia un accertamento per “elusione” o “abuso di diritto”? Il risparmio sulle tasse è poi veramente così alto come dicono? Se ho bisogno di liquidità, i soldi sono miei o della srl? Avendo una società da ormai più di 20 anni ho sperimentato tutti i cambiamenti avvenuti in questi anni (dalle perdite che si portavano negli anni successivi, alla minimun-tax ecc). Posso dire che il risparmio è relativo a meno che non ci siano delle condizioni particolari che solo un professionista esperto ci può evidenziare, magari creando una simulazione da comparare alla nostra situazione attuale.

 

  • - Bank controlling: le banche ormai hanno il nostro denaro, ma ne fanno buon uso? Esistono delle realtà in cui approfittano di situazioni particolari (interessi sopra interessi) creandoci una perdita. Il commercialista esperto può valutare se la nostra banca è corretta ed economicamente vantaggiosa o quali sono le migliori fonti di finanziamento per la nostra situazione.

 

  • - Tutela patrimoniale e passaggi generazionali: quali sono le condizioni per proteggere il nostro patrimonio (dal fondo patrimoniale al trust) e come fare per preservarlo nel passaggio tra generazioni. Non sempre il commercialista è pronto a questo, mettendo a rischio tutto quello per cui abbiamo lavorato.

 

  • - Commercialista intorno a te: i commercialisti più bravi diventano dei veri e propri amministratori della nostra situazione (come già da anni in America) sgravandoci da molte incombenze e adempimenti, non solo fiscali, ma anche amministrativi, come ad esempio la contrattazione con le assicurazioni e le banche, la scelta del leasing, l’avvocato il fiscalista ecc... Ottenendo risultati migliori di quelli che potremmo ottenere con la nostra limitata esperienza del campo.

 

  • - Prevenzione fiscale: sembra strano ma qualche commercialista non ci aiuta neanche a fare della prevenzione fiscale. Esistono dei comportamenti che possono aiutarci ad evitare di entrare un contenzioso fiscale da cui non si sa come se ne esce...

In tutti questi anni ho sempre sognato un Commercialista che potesse soddisfare tali aspetti e ultimamente ho trovato una situazione molto interessante. Come accade per l’ambito odontoiatrico anche nel mondo dei commercialisti si stanno creando delle reti di professionisti, che condividono certe capacità professionali.

Tale gruppo può soddisfare questi aspetti, aiutandoci, ad esempio, a capire se passare ad una srl può essere una mossa vantaggiosa o un rischio che affrontiamo solo per aver letto un articolo pubblicitario; valutare un controllo bancario per conoscere se la nostra banca si comporta bene; sapere come difendere il patrimonio che con tanta fatica abbiamo accantonato e come passarlo ai nostri figli senza spendere troppo; delegare eventuali incombenze amministrative-fiscali. Oltre ad avere un consulente fiscale con una notevole esperienza alle spalle, che ci può aiutare a prevenire alcune situazioni spiacevoli.

Esiste un gruppo di commercialisti, con C maiuscola, coordinati dal dr.Marco Snaidero che può aiutarci a risolvere tali problemi e renderci la vita più semplice. Si trovano su tutto il territorio nazionale e si interessano particolarmente dei settori citati avendo una notevole esperienza dal punto di vista fiscale, societario e di bank controlling.

Una delle prime domande a cui possiamo già trovare una risposta è: “conviene veramente fare una srl”? Possiamo contattarli e in poco tempo avremo una simulazione della nostra situazione in una diversa forma societaria. In questo modo potremo capire se la srl conviene veramente o è solo una “boutade” pubblicitaria.

Per informazioni:

Dr. Marco Sanidero

mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

http://www.bluelineconsulting.it/

http://www.snaideroepartners.com/

Questo è uno dei pochi casi in cui è importante rivolgersi ad un consulente “non-dentista”

Tiziano Caprara