La mente batte dove il pensiero duole…Vivere sereni evitando il burn-out

La mente batte dove il pensiero duole…

Chi mi conosce sa che sono una persona molto pragmatica, che guarda con sospetto alle vari pratiche "spirituali".  Tuttavia come è corretto esercitare il fisico (andando in palestra o correndo periodicamente) è importante anche allenare la mente per mantenere un certo livello di prestazione e di calma. Per questo da alcuni anni pratico la  Mindfulness,  una forma di "rilassamento attivo", che stimola la creatività e anche la neuroplasticità. Non saprei esattamente spiegare quali sono stati gli effetti nella mia situazione, ma posso  riportare una frase della persona che mi ha insegnato tale metodica: "La Mindfulness ti da ciò di cui hai bisogno".  Effettivamente lavorando su più campi (professionale, formativo, coaching, familiare...) capitavano dei momenti in cui il "cortisolo" raggiungeva valori elevati...  Ora tale fenomeno difficilmente accade, tutto è cambiato. Più che far accadere le cose direi che "fluiscono" quasi notassi una serie di coincidenze. Si vive di più nel presente, godendo di ciò che si ha, piuttosto che "morire" pensando al futuro, con la mente che crea continuamente preoccupazioni e paure. Questo non significa che non dobbiamo programmare,  ma concentrandoci sul presente riduciamo notevolmente la componente emotiva, che ci blocca e ci fa sbagliare.

Lascio la parola al dr. Paolo Mazzetto, uno dei migliori formatori nell'ambito della Mindfulness che parlerà al corso unico del 23-24  novembre a Bardolino: "La professione che verrà". 

Mindfulness, i suoi benefici e il suo utilizzo in ambito sanitario 

Volendo provare a spiegare cosa si intenda per mindfulness, è inevitabile fare riferimento innanzitutto al Dottor Jon Kabat-Zinn,  fondatore della Clinica per la riduzione dello stress e del Center for Mindfulness in Medicine, dell’University of Massachusetts Medical School, il quale la definisce come l’atto del “porre attenzione in un modo particolare: intenzionalmente, nel momento presente e in modo non giudicante”.

Mindfulness, presenza mentale o consapevolezza vanno quindi intese come la capacità di vivere il momento presente prestandovi pienamente attenzione. Vivere qui e ora. Il famoso hic et nunc dei latini. Ridurre o sospendere il continuo divagare della mente, nel passato o nel futuro. Essere consapevoli del nostro corpo, dei nostri gesti, dei nostri pensieri, e delle nostre emozioni nello stesso momento in cui le viviamo. Osservare la realtà in modo non giudicante. Guardare le cose così come sono senza esprimere nessun giudizio. E’ il miracolo che ci permette di renderci pienamente vivi in ogni momento. E’ anche la base essenziale per guarire e trasformare noi stessi, per generare più armonia nella nostra vita lavorativa, nella nostra famiglia, nella nostra società. Con l’energia della consapevolezza e la capacità di osservazione possiamo trovare le intuizioni e visioni profonde che ci permettono di trasformare e risanare la nostra condizione personale e collettiva.

Benefici

La pratica della mindfulness aumenta la capacità di gestire lo stress rafforzando così il funzionamento generale del corpo, la sua capacità di guarigione e la risposta immunitaria. Il sito PubMed (l’archivio universale degli studi in campo biomedico) ha cominciato a censire i lavori sulla mindfulness meditation a partire dal 1973. A tutt’oggi si contano oltre 765 pubblicazioni sull’argomento. Pubblicazioni che hanno ben evidenziato i numerosi benefici che tale pratica apporta.

Dal punto di vista fisico è di aiuto per:

  • -  dolore cronico
  • - malattie cardiovascolari e ipertensione
  • - malattie della pelle
  • - disturbi del sonno e disturbi dell’alimentazione
  • - cefalee, depressione , disturbi d’ansia e attacchi di panico
  • - dipendenza da fumo e alcool

2018-07-29_10-11-14

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dal punto di vista psichico favorisce:

  • - un maggiore equilibrio emozionale
  • - la diminuzione delle emozioni negative
  • - un approccio non giudicante verso la realtà
  • - sviluppo e incremento delle emozioni positive

 

Dal punto di vista relazionale:

  • - permette di aprirsi a tutte le situazioni (piacevoli e spiacevoli)
  • - sviluppa una maggiore capacità di “ascolto”
  • - favorisce una sensibile diminuzione dei pre-giudizi verso gli altri
  • - promuove una maggiore disponibilità
  • - migliora le modalità di comunicazione

 

Dal punto di vista professionale:

  • - permette un migliore accesso alle proprie possibili risorse interiori
  • - migliora la gestione dei propri stati mentali con ovvie conseguenze positive nella qualità del lavoro svolto
  • - sviluppa un allenamento mentale che migliora sensibilmente la concentrazione
  • - riduce gli errori professionali
  • - aumenta le capacità di problem solving

 

Nelle Professioni Sanitarie è importantissima perché:

  • - sviluppa un maggior senso di equilibrio emotivo e di benessere che oltre ad essere benefico per la salute dell’operatore si riversa empaticamente nel suo rapporto con i pazienti;
  • - migliora la gestione dei propri stati mentali con ovvie conseguenze positive nella qualità del lavoro svolto;
  • - sviluppa un allenamento mentale che migliora sensibilmente la concentrazione;
  • - riduce gli errori professionali;
  • - aumenta le capacità di problem solving;
  • - permette un migliore accesso alle proprie possibili risorse interiori;
  • - promuove efficaci decisioni cliniche;
  • - previene e aiuta a superare il Burnout Professionale tipico delle professioni di cura e aiuto

Per le numerose applicazioni cliniche si possono vedere su Google MBSRMBCTMBRPTransformative mindfulness.

Per questi motivi può giustamente essere considerata ”parte integrante della competenza professionale di un Operatore Sanitario“.

La pratica della mindfulness è oggi raccomandata da istituti internazionali come NICE (National Institute of Clinical Excellence) e in alcuni paesi (come l’Inghilterra) viene prescritta e insegnata nelle istituzioni scolastiche.

Scritto a cura del dr. Paolo Mazzetto,

Istruttore Senior di Protocolli Mindfulness Based

Fonte: “Sanitari Consapevoli” - www.sanitariconsapevoli.com

PS Tali tecniche verranno spiegate al corso unico del 23-24 novembre a Bardolino

dal titolo "La professione che verrà"

Scritto da Dr. Tiziano Caprara

Coaching e Mentoring in Odontoiatria Laureato all’Università di Bologna. Si interessa da più di 10 anni di gestione dello studio dentistico. leggi tutto Website: http://www.tizianocaprara.com